date_range ,

Le Angeliche: quando mangiare e bere vino diventa un’esperienza tutta naturale e…in rosa!

Nasce quasi due anni fa, da quattro donne palermitane, il ristorante Le Angeliche, che sorge all’interno del mercato storico Del Capo di Palermo. Floriana, Chiara, Veronica e Barbara da sempre sposano la filosofia del naturale, abbinando ai piatti tipici della tradizione siciliana vini naturali di produttori del territorio.

Le Angeliche: quando mangiare e bere vino diventa un’esperienza tutta naturale e…in rosa!

Quattro donne palermitane e una missione in comune: far vivere ai clienti del loro ristorante un’esperienza tutta siciliana che coinvolga i cinque sensi, passando dal cibo al vino. Nasce da questo presupposto, quasi due anni fa, Le Angeliche, locale che sorge all’interno del mercato storico Del Capo di Palermo. Dietro ci sono Chiara Napolitano, 25 anni, Floriana Lo Bue, 31, Veronica Schiera, 35, e Barbara Sposito, 42.  

L’idea è di Floriana e Veronica. La prima studiava moda, la seconda lavorava in un ufficio ambientale, quando un giorno hanno deciso di tornare a Palermo per fare impresa insieme.Veronica si poi è laureata in Tecniche Agroalimentari e ha frequentato la scuola del Gambero Rosso, pronta per lanciarsi nella nuova avventura con Floriana, Chiara e Barbara, che hanno sposato l’idea del progetto e deciso di investirci. 

«Il nostro menù è stagionale, segue le stagioni e il clima - spiega Floriana. Tutto viene acquistato da Barbara e Veronica da piccoli produttori siciliani e i piatti ricordano l’antica tradizione siciliana, soprattutto dell’entroterra e delle isole, con un particolare riferimento a Pantelleria, che amiamo moltissimo».  

Le ricette sono semplici ma laboriose e le ragazze propongono anche dolci per l’aria caffetteria che il pomeriggio offre ai clienti tè siciliani e dolci tipici della tradizione sicula. «Siamo le uniche a Palermo a preparare il bacio pantesco, dolce tipico di Pantelleria, e durante le festività proponiamo dolci tipici come le chiavi di San Pietro e il buccellato».   

Anche in sala i prodotti sono esclusivamente made in Sicily, comprese le bevande e i vini, di cui si occupa Floriana. «Mi occupo della selezione dei vini bottiglia per bottiglia. Se un vino non mi piace non lo acquisto, scelgo le bottiglie in base al menù che abbiamo in quel periodo. Abbino piatti sapidi con vini che bilanciano il gusto o la carne con vini più corposi, per esempio». 

«Crediamo nella filosofia dei vini senza solfiti, più naturali possibili, con una riduzione di anidride solforosa e di tutto quello che li rende “artificiali”. Puntiamo molto sui piccoli produttori e vinicoltori siciliani, affinché il pasto possa diventare un’esperienza a tutti gli effetti. E in questo La Valigia di Bacco ci viene incontro, proponendoci produttori e vini che rispecchiano l’anima de Le Angeliche. Tra noi si è istaurato subito un rapporto semplice, di totale fiducia, perché sappiamo che apprezzano la nostra filosofia. E tutto il resto viene da sé». 


Tutti gli articoli del blog